Annunci

INDICE CATEGORIE



Ricerca Avanzata
wooden jigsaw puzzles - puzzle in legno
Jazz arrow Jazz LP arrow Music For Torching With Billie Holiday ( LP - 180 Gr. + CD )

 Music For Torching With Billie Holiday   ( LP - 180 Gr. + CD )

Music For Torching With Billie Holiday ( LP - 180 Gr. + CD )







DIG-A-LOG with DOXY! , 180 gram HQ Vinyl LPs featuring a Free Bonus CD of the album , so that you can have the " analog " and the " digital " for the price of one . Ristanpa a cura della DOXY , in Vinile di Alta Qualità da 180 Grammi , l'edizione contiene anche la copia in digitale su CD , Barcode No. : 8 013252 882210 / DOK221 . HQ Virgin Vinyl 180 gram + Free bonus CD , Printed in 2012 by DOXY, a trademark of MiruMIr Music Publishing , Cover and liner design by David Stone Martin . Prodotto made in Europa .

 

Music For Torching , uscito nel 1955 , è un album prodotto in studio dalla cantante jazz Billie Holiday.

Music For Torching è un album composto da " torch songs " (canzoni da candela), cioè canzoni malinconiche , che trattano di un amore non corrisposto ... e nessuno riesce a ricreare quel tipo di malinconia meglio di Billie Holiday, soprattutto quando lei è sostenuta da musicisti del calibro di Benny "King" Carter e Harry "Sweets" Edison che suonano dietro di lei. Durante gli anni che precedettero la sua prematura morte, nel 1959, Holiday era una stella ancora più grande di come lei fosse mai stata , esibendosi al Carnegie Hall, liberare la sua autobiografia  ed eseguire delle  prolifiche registrazione per la Verve.

 

Music For Torching is a studio album by jazz singer Billie Holiday, released in 1955.

1955 Music for Torching is an album of " torch songs " , meaning melancholic songs of unrequited love ... and no one does melancholy better than Billie Holiday , especially when she has musicians of the caliber of Benny "King" Carter and Harry "Sweets" Edison playing behind her . During the years leading up to her untimely death in 1959 , Holiday was as big of a star as she'd ever been , playing to sold out audiences at Carnegie Hall , releasing her autobiography , and recording prolifically for Verve .

Biografia dell'artista / Artist Biography

E' stata la prima cantante popolare di jazz a commuovere il pubblico con
l' intenso sentimento personale del blues classico
, Billie Holiday ha cambiato l'arte della pop vocale Americana per sempre. Più di mezzo secolo dopo la sua morte, è difficile credere che prima della sua nascita , le cantanti jazz e pop erano legate alla tradizione di Tin Pan Alley e raramente personalizzavano le loro canzoni; solo cantanti blues come Bessie Smith e Ma Rainey effettivamente hanno dato l'impressione che avevano realmente vissuto ciò che stavano cantando. Billie Holiday ha molto stilizzato la lettura del tradizionale blues e rivoluzionato il pop tradizionale, , strappando la decennale tradizione della canzone tamponamento in due , rifiutando di compromettere la sua arte per la canzone o per il gruppo. Ha chiarito i suoi debiti verso Bessie Smith e Louis Armstrong ( nella sua autobiografia, ha ammesso, " Ho sempre voluto il grande suono di Bessie e il Pops' feeling " ), ma in verità il suo stile era praticamente il suo, molto personale , quasi uno shock in un'epoca di “crooners “ e “ band singers “ intercambiabili. Il suo spirito splende attraverso ogni sua registrazione, La tecnica e la competenza di Holiday hanno anche eccelso in confronto con la grande maggioranza dei suoi contemporanei. Spesso annoiata dalle stanche e vecchie canzoni Tin Pan Alley che era stata costretta a registrare all'inizio della sua carriera , Holiday , ha ingannato il giro con il ritmo e la melodia , un fraseggio dietro il ritmo e spesso ringiovanendo la melodia di serie con armonie prese in prestito dai suoi suonatori di corno preferiti, Armstrong e Lester Young. La sua vita privata è nota - una serie di relazioni violente, dipendenze da sostanze e periodi di depressione - indubbiamente hanno aiutato il suo status di leggenda , ma le migliori prestazioni di Holiday ("Lover Man" , "Don't Explain" , "Strange Fruit" e la sua composizione "God Bless the Child") rimangono tra le performance vocali più sensibili e compiute mai registrate. Più la abilità tecnica , che la purezza della sua voce, ciò che ha reso Billie Holiday uno dei migliori cantanti del secolo fu il suo temperamento inesorabilmente individualista, una qualità che le ha permesso di immettere infinitamente colore ad ogni sua sfumata performances . La vita di Billie Holiday è cominciata a Baltimora il 7 Aprile del 1915 (alcuni rapporti riportano il 1912) quando è nata con il nome di Eleonora Fagan Gough. Suo padre, Clarence Holiday , da adolescente era un chitarrista jazz e suonatore di banjo e in seguito andò a suonare nell'orchestra di Fletcher Henderson “ Fletcher Henderson's Orchestra “. Non ha mai sposato la madre, Sadie Fagan, e lìha lasciata mentre la figlia era ancora una bambina. ( Billie si sarebbe poi imbattuto con lui a New York, e anche se prima della sua morte , avvenuta nel 1937, lei aveva contrattato molti chitarristi per le sue sessioni , lo ha sempre evitato ) La madre di Holiday era ancora una giovane adolescente, al momento, e a causa di inesperienza o negligenza, ha spesso lasciato la figlia con i parenti indifferenti. Holiday fu trasferita alla Catholic reform school , all'età di dieci anni, dopo aver riferito di essere stata violentata. Anche se inizialmente fu condannata a rimanervici fino a quando sarebbe diventata adulta , un amico di famiglia contribuì a farla rilasciare dopo soli due anni. Nel 1927 , con la madre, si trasferì prima nel New Jersey e poco dopo a Brooklyn. A New York, Holiday , inizialmente aiutò la madre con il lavoro domestico, ma presto cominciò il lavoro nero come prostituta per ottenere un reddito supplementare. Secondo la ponderosa leggenda che avvolge la vita di Billie Holiday (che ha guadagnato ulteriore credibilità e notorietà dopo la sua apocrifa autobiografia “ Lady Sings the Blues 2 - La Signora del Blues -), la sua grande occasione di canto avvenne nel 1933, quando in una gara di ballo , svoltasi in un bar clandestino , ha spinto il suo accompagnatore a chiederle se poteva cantare. In realtà , Holiday , nel periodo fra il 1930 e il 1931, probabilmente già stava cantando nei club di tutto New York . Qualunque sia la vera storia , quello che è certo è che era riuscita a guadagnarsi un buona pubblicità , soprattutto nei primi mesi del 1933, quando il produttore John Hammond – con solo tre anni più di Holiday e solo all'inizio di una leggendaria carriera- le ha scritto una colonna per Melody Maker e portato Benny Goodman ad una delle sue performances. Dopo la registrazione di un demo presso la Columbia Studios, Holiday si unì ad un piccolo gruppo guidato da Goodman per fare il suo debutto commerciale il 27 Novembre del 1933 con "Your Mother's Son-In-Law" . Anche se lei , per oltre un anno , non fece ritorno in studio, Billie Holiday , spese il 1934 salendo i gradini della scena competitiva del New York bar . Entro l'inizio del 1935, eseguì il suo debutto al the Apollo Theater “ Teatro Apollo “ ed apparve anche in un one-reeler film con Duke Ellington. Durante la seconda metà del 1935, l'Holiday , finalmente entrò di nuovo in studio registrando un totale di quattro sessions. Con una pick-up band e sotto la supervisione del pianista Teddy Wilson, registrò una serie di oscure canzoni dimenticabili di Tin Pan Alley - le uniche canzoni disponibili ad una black band during “oscura band nera“ durante la metà degli anni '30 . ( Durante l'era swing , gli editori musicali tenevano le migliori canzoni rigorosamente nelle mani delle società e delle popolari orchestre composte da cantanti bianchi ) . Nonostante la scarsa qualità delle canzoni, Holiday e vari gruppi ( tra cui il trombettista Roy Eldridge, il contralto Johnny Hodges e i tenori Ben Webster e Chu Berry ) erano riusciti ad energizzare canzoni piatte come "What a Little Moonlight Can Do" , "Twenty-Four Hours a Day" e "If You Were Mine" ( per non parlare di "Eeny Meeny Miney Mo" e "Yankee Doodle Never Went to Town" ). La grande combinazione di esecuzione e vocals , sempre assicurata da Holiday , li ha resi molto popolari in Columbia, Brunswick e Vocalion . Durante il 1936, Holiday, fu in tour con gruppi guidati da Jimmie Lunceford e Fletcher Henderson, poi tornò a New York per diverse sessions. Alla fine di Gennaio del 1937, registrò una serie di interpretazioni con un piccolo gruppo proveniente dalle nuove scoperte di Hammond , l'orchestra di Count Basie ( Count Basie's Orchestra ). Il tenore Lester Young, che aveva brevemente conosciuto Billie diversi anni prima , e il trombettista Buck Clayton diventarono dovessero particolarmente attaccati alla Holiday . I tre , durante la fine degli anni '30 , fecero e registrarono insieme gran parte del loro lavoro migliore, Holiday elargì loro il soprannome di Pres on Young , mentre loro soprannominarono lei “Lady Day” , per la sua eleganza . Entro la primavera del 1937, iniziò il tour con Basie come complemento femminile di integrazione al suo cantante machile, Jimmy Rushing. L'associazione , però , è durata meno di un anno. Anche se ufficialmente fu licenziata dalla band per temperamento e inaffidabilità , alte e oscure influenze nel mondo dell'editoria hanno comandato l'azione dopo che lei si era rifiutata di iniziare a cantare gli standard del blues femminile degli anni 20'. Almeno temporaneamente, il fatto ha effettivamente beneficiato Holiday - a meno di un mese dopo aver lasciato Basie, è stata assunta dalla Artie Shaw's popular band . Ha cominciato a cantare con il gruppo nel 1938, fu uno dei primi esempi di una donna di colore che apparve con un white group “gruppo bianco”. Tuttavia , nonostante il continuo sostegno di tutta la band , i vari promotori e sponsor radiofonici cominciarono presto a mostrare una certa contestazione nei confronti di Holiday - basato sia sul suo poco ortodosso stile di canto sia quanto alla sua razza. Dopo una serie di crescenti umiliazioni, Holiday , decise nel disgusto di lasciare la band . Ancora una volta, il suo giudizio si rivelò prezioso, grazie anche a questa liberà ebbe la possibilità di eseguire un concerto in un nuovo club chiamato Café Society, il primo popolare locale notturno con un pubblico inter-razziale. E' qui che Billie Holiday impara la canzone che catapulta la sua carriera ad un nuovo livello: "Strange Fruit". Gli standard , regolarmente eseguiti al Café Society e scritti da Lewis Allen , da sempre legato a Holiday, trattavano dell'angosciosa e intensa rappresaglia perpetrata dal razzismo , ancora persistente nel Sud. Anche se Holiday inizialmente espresse dubbi circa l'aggiunta di un brano esplicitamente senza compromessi all'interno del suo repertorio, riuscì a portarlo in evidenza grazie ai suoi poteri carichi di sfumature e di sottigliezze. "Strange Fruit", divenne ben presto il fiore all'occhiello delle sue esibizioni. Anche se John Hammond si rifiutò di registrarlo ( non per la sua vena politica, ma per il suo immaginario eccessivamente pungente ), ha consentito a Holiday di ottenere una buona leva per registrare presso la Commodore, l'etichetta jazz di Milt Gabler , proprietario anche di un negozio di dischi . Una volta che "Strange Fruit" fu rilasciato , molte stazioni radiofoniche lo bandirono dalla loro programmazione , anche se la crescente industria del jukebox (e l'inclusione , per il lancio , dell'eccellente "Fine and Mellow") ha contribuito ad un piuttosto grande, anche se controverso, successo commerciale. Continuò le registrazioni per etichetta Columbia fino al 1942, ottenendo un nuovo successo con la sua grande e più famosa composizione , "God Bless the Child" , del 1941. Gabler, che aveva anche lavorato presso la A & R per la Decca, le ha permesso , nel 1944 , di poter firmato per l'etichetta e registrare "Lover Man", una canzone scritta appositamente per lei ,e che divenne il suo terzo grande successo. Holiday divenne ben presto una priorità presso la Decca, guadagnandosi il diritto di ottenere materiali di prima qualità “top-quality material” e sontuose sezioni di archi per le esecuzioni delle sue sessions. Durante tutto il resto degli anni '40 ha continuato con sparse sessions di registrazione per la Decca, ed è in questo periodo che ha registrato alcuni dei suoi brani più amati , tra qui da Bessie Smith's : "Tain't Nobody's Business If I Do," , "Them There Eyes" e "Crazy He Calls Me" . Anche se la sua arte era al suo apice, durante la metà degli anni '40 la vita emotiva di Billie Holiday iniziò un periodo turbolento. Già pesantemente dedita all'alcool e alla marijuana, all'inizio del decennio iniziò a fumare oppio con il suo primo marito, Johnnie Monroe. Il matrimonio non durò, ma a ruota ci fu un secondo matrimonio , con il trombettista Joe Guy e uno spostamento alla eroina. Nonostante il suo trionfale concerto al New York's Town Hall e un piccolo ruolo in un film - come cameriera - con Louis Armstrong in 1947's New Orleans , perse un bel po' di denaro nel tentativo di organizzare , con Joe Guy , una propria orchestra. La morte della madre , avvenuta subito dopo , la colpì profondamente, e nel 1947 venne arrestata per possesso di eroina e condannata a otto mesi di carcere. Purtroppo, i guai di Holiday continuarono subito dopo il suo rilascio. La dipendenza da droga ha reso impossibile per lei ottenere una cabaret card , così le performances nei nightclub erano fuori questione. Afflitta da vari falchi di celebrità provenienti da tutte le parti del mondo sotterraneo (jazz, droga, editoria musicale, ecc), nel 1950 lasciò la Decca . Due anni più tardi, iniziò le registrazioni con l'imprenditore di musica jazz , Norman Granz , proprietario delle eccellenti etichette Clef, Norgran, e nel 1956, Verve. Le registrazioni segnarono il suo ritorno all'intimità del piccolo-gruppo , quello del suo lavoro alla Columbia, e il suo ricongiungimento con Ben Webster e altri musicisti di altissimo livello come Oscar Peterson, Harry "Sweets" Edison, e Charlie Shavers. Anche se le devastazioni di una vita dura stavano cominciando a prendere il loro sopravvento , soprattutto nei confronti della sua voce, molte delle realizzazioni e registrazioni di Holiday risalenti alla metà degli anni '50 sono altrettanto intense e belle come il suo lavoro classico. Durante il 1954, Holiday , eseguì un tour in Europa ottenendo un grande successo, e la sua autobiografia del 1956 le portò ancora più fama e notorietà. La sua ultima grande apparizione avvenne nel 1957, in uno speciale televisivo alla CBS speciale The Sound of Jazz con Webster, Lester Young e Coleman Hawkins come validi sostegni . Un anno dopo, uscì l'LP “ Lady in Satin “( la Signora in Raso) , la voce sempre più roca e le corde sopra le righe di Ray Ellis. Durante il suo ultimo anno, fece altre due apparizioni in Europa prima di crollare , di cuore e di malattie del fegato , nel Maggio del 1959. Holiday , mentre era sul suo letto di morte della sua stanza privata , venne arrestata per possesso di eroina . Morì il 17 Luglio del 1959 , il suo sistema era oramai del tutto incapace di combattere , allo stesso tempo , sia il ritiro che la malattia cardiaca . L'influenza del suo culto si diffuse rapidamente dopo la sua morte e le diede più fama di quella che aveva goduto in vita. Il suo film biografico del 1972 “ Lady Sings the Blues “ venne rappresentato da Diana Ross , che superò con difficoltà i contrastanti e conflittuali miti sulla vita di Holiday , nonostante questo il film ha permesso di portare alla conoscenza la sua tragica vita e introdurre una moltitudine di futuri fans . Con l'avvento dell'era digitale, la quasi totalità del materiale registrato da Holiday sono stati ristampati : dalla Columbia ( nove volumi : The Quintessential Billie Holiday ), dalla Decca (The Complete Decca Recordings ) e dalla Verve (The Complete Billie Holiday on Verve 1945-1959).

PER APPROFONDIMENTI SULL'ARTISTA VISITA :

http://it.wikipedia.org/wiki/Billie_Holiday 

Tracce presenti / Track listing : LP & CD

Side One

    "It Had to Be You" (Isham Jones, Gus Kahn) - 4:02
    "Come Rain Or Come Shine" (Harold Arlen, Johnny Mercer) - 4:23
    "I Don't Want To Cry Anymore" (Victor Schertzinger) - 3:55
    "I Don't Stand a Ghost of a Chance With You" (Victor Young, Ned Washington, Bing Crosby) - 4:29

Side Two

    "A Fine Romance" (Jerome Kern, Dorothy Fields) - 3:35
    "Gone with the Wind" (Allie Wrubel, Herb Magidson) - 3:26
    "I Get A Kick Out Of You" (Cole Porter) - 5:42
    "Isn't This a Lovely Day?" (Irving Berlin) - 4:16

Personnel

Billie Holiday - Vocal
Harry "Sweets" Edison - Trumpet
Benny Carter - Alto Saxophone
Jimmy Rowles - Piano
Barney Kessel - Guitar
Larry Bunker - Drums
John Simmons - Bass

Note informative / Notes : HQ Virgin Vinyl 180 gram + Free bonus CD , Printed in 2012 by DOXY, a trademark of MiruMIr Music Publishing , Cover and liner design by David Stone Martin
NOTA BENE : Le informazioni riguardanti l'artista , sono frutto di una ricerca attraverso " internet " , se inavvertitamente sono state utilizzate fonti coperte da Copyright e/o Diritti Riservati , si prega di contattare tramite e-mail : info@cavernamagica.com .
Provvederemo all'immediata rimozione o se possibile alla richiesta di  consenso .

Disponibilità

A Magazzino: 1

Disponibilità: immediata





Menu principale

Home
Notizie

Login






Password dimenticata?

Product Scroller

Dizzy Gillespie
The Cool World ( CD_Digipack )
The Cool World  ( CD_Digipack )


The Rolling Stones
Between The Buttons ( UK ) ( Digipack )
Between The Buttons ( UK ) ( Digipack )


Bill Evans
At Shelly's Manne-Hole,Hollywood,California
At Shelly's Manne-Hole,Hollywood,California


Anthony Braxton
In The Tradition , Vol. 2
In The Tradition , Vol. 2


Khan
Space Shanty ( LP_Edizione Limitata_180 gr. )
Space Shanty  ( LP_Edizione Limitata_180 gr. )


© 2019 Caverna Magica di Crippa Enrico Partita IVA n° 05592390966